Pubblicazioni

Per ricevere informazioni su corsi, congressi, novità tecnologiche, aspetti legali e iniziative nel campo delle neuroscienze

Bilateral Repetitive Transcranial Magnetic Stimulation Decreases Suicidal Ideation in Depression

CR, Weissman; DM, Blumberg; PE, Brown; M, Isserles; TK, Rajji; J, Downar; BH, Mulsant; PB, Fitzgerald; ZJ, Daskalakis
Abstract:
OBJECTIVE: The purpose of this study was to evaluate the effects of repetitive transcranial magnetic stimulation (rTMS) on suicidal ideation in patients with treatment-resistant major depression (TRD) (patients who failed to clinically respond to at least 2 medication trials). METHODS: We pooled data from 2 published prospective randomized controlled trials of rTMS applied to the dorsolateral prefrontal cortex in patients with TRD. We compared the effect of bilateral, left unilateral, and sham rTMS on suicidal ideation as measured by the suicide item of the 17-item Hamilton Depression Rating Scale (HDRS) (N = 156). RESULTS: Suicidal ideation resolved in 40.4%, 26.8%, and 18.8% of participants randomized to bilateral, left unilateral, and sham rTMS, respectively. The difference between bilateral and sham was significant (OR = 3.03; 95% CI, 1.19-7.71; P = .02), unlike the difference between left unilateral and sham (OR = 1.59; 95% CI, 0.61-4.12; P = .33). There was a modest correlation between change in suicidal ideation and change in depression severity (Pearson r = 0.38; P < .001) and no difference in change of HDRS-16 score between suicide remitters and nonremitters (P = .32). CONCLUSIONS: Bilateral rTMS was superior to sham rTMS in reducing suicidal ideation in patients with TRD. Only a small portion of the reduction in suicidal ideation was attributable to the reduction in depressive symptoms. These data suggest that suicidal ideation could be a specific target symptom construct for rTMS.
Patologie/Applicazioni:
Anno:
2018
Tipo di pubblicazione:
Articolo
Parola chiave:
suicidio; stimolazione magnetica transcranica; depressione; corteccia prefrontale
Testata scientifica:
The journal of clinical psychiatry
Nota:
Lo scopo di questo lavoro è la valutazione dell'effetto della stimolazione magnetica transcranica (rTMS) bi-emisferica sull'ideazione suicidaria in pazienti affetti da depressione. Sono stati messi a confronto dati relativi alla TMS bilaterale, TMS unilaterale e stimolazione sham, valutati con la scala Hamilton. I risultati suggeriscono che la rTMS bilaterale sia più efficace nel ridurrei pensieri legati al suicidio rispetto alla stimolazione Sham. I risultati mostrano che l'ideazione suicidaria può essere un sintomo suscettibile di trattamento con rTMS.
DOI:
10.4088/JCP.17m11692

La nostra storia

GEA soluzioni si affaccia nel 2013 al mercato della strumentazione medicale di alto livello tecnologico ma la sua storia parte da più lontano, clicca qui per approfondire.  

GEA SOLUZIONI SRL
via Issiglio 95/10, Torino
Tel.: 011 5821948
Fax: 011 0433281
Email: info @ geasoluzioni.it

P. IVA IT11696920013 - REA TO1233648

Tutti i prodotti esposti sul sito geasoluzioni.it con relativi sottodomini ed aventi la natura di dispositivi medici, dispositivi medico diagnostici, presidi medico chirurgici, medicazioni per uso esterno, nonché tutti i contenuti del sito www.geasoluzioni.it (testi, immagini, foto, disegni, allegati, descrizioni e quant’altro) non hanno carattere né natura di pubblicità. Tutti i contenuti devono intendersi e sono di natura esclusivamente informativa e volti esclusivamente a portare a conoscenza dei clienti o dei potenziali clienti in fase di pre-acquisto i prodotti venduti da GEA soluzioni s.r.l. attraverso la rete. Nessun contenuto delle pagine del sito deve essere inteso come materiale pubblicitario, teso ad influenzare in qualsivoglia maniera una decisione di acquisto.

Copyright © 2021 GEA SOLUZIONI SRL. Tutti i diritti riservati.

Search

Con riferimento alla normativa europea ti informiamo che il sito GEA soluzioni utilizza cookies tecnici e di terze parti. Cliccando sul pulsante ACCETTA presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Clicca qui per visionare l'informativa estesa